Lo stretching. Questo sconosciuto!

Mi raccomando!!! a fine allenamento fai Stretching così aiuti il muscolo a recuperare un pò di fatica.

Quante volte abbiamo sentito questa frase, detta tra le righe da un allenatore, da un compagno di allenamento o semplicemente da un amico che condivide con noi fatiche e passioni.

E quante volte abbiamo poi sentito fare domande come:

  • non è meglio farlo prima dell’allenamento?
  • meglio farlo a muscolo freddo o dopo il riscaldamento?

Credo siano situazioni che nel corso della vita, ogni sportivo amatoriale ma credetemi, anche professionista, possa tranquillamente dire di aver vissuto più e più volte.

Continua a leggere

Come iniziare a fare sport in modo sicuro ed equilibrato.

In un mondo che ci impone ritmi altissimi, da molte parti arriva l’appello alla pratica di un’attività sportiva regolare.

Sappiamo tutti infatti, che fare attività sportiva è sinonimo di salute fisica e psicologica, ed è una forma di prevenzione potentissima ai disturbi che ci si presentano con il passare degli anni.

Dobbiamo però tenere anche presente, che praticare o iniziare a praticare una determinata disciplina in modo non equilibrato, può diventare di per sé, causa di un problema.

Continua a leggere

Non ci sono più le mezze stagioni. O forse si!

Quando racconto ai miei pazienti che il fisioterapista è un lavoro stagionale, immancabilmente si mettono, a ridere.

E in parte fanno bene perché si tratta solo di una battuta anche se, dietro di essa, c’è un fondo di verità!

Ci sono infatti particolari momenti durante l’anno, in cui con sistematicità, si verifica un aumento della casistica di un problema rispetto ad altri.

Continua a leggere

La delicata schiena di una giovane mamma

Se c’è una cosa che ho imparato nella vita, è che non si è mai sempre forti o sempre deboli.

Ci sono situazioni che ci toccano nel profondo e che nel bene e nel male ci fanno crescere, se siamo in grado di farne fronte.

Ma non sempre è così.

A volte l’ostacolo è troppo alto e superarlo ci diventa impossibile.

Per la schiena di una giovane donna che diventa madre, la situazione è più o meno la stessa.

Se è forte, riesce a far fronte al carico di lavoro che gli si prospetta, se è debole invece, ne viene sovrastata.

Continua a leggere

Perché questo blog

Sono ormai passati tre anni da quando dopo una pizza e forse una birra di troppo io, Umberto Allasia e Andrea Agostini, abbiamo iniziato a concepire l’idea che fosse per noi importante, provare a migliorare le capacità di comunicazione in relazione alla nostra professione.

La nostra amicizia è si è consolidata in ormai dieci anni di conoscenza e rispetto professionale.

Con essa è cresciuta anche la voglia di confrontarsi ogni giorno su ciò che la quotidiana vita di uno studio fisioterapico ci proponeva.

Perché da qui nasce la nostra idea: dalla continua voglia di analisi e discussione a cui ogni fisioterapista dovrebbe attingere.

Lo scopo è mettere a punto un trattamento basato sul miglioramento di un ragionamento clinico pragmatico, concreto e basato sulle evidenze scientifiche e pratiche.

Eh già!

Continua a leggere

La preparazione fisica nel giovane atleta

La preparazione fisica negli sportivi in giovane età, è spesso uno dei tasselli più trascurati nel grande puzzle dell’attività motoria giovanile.

Storicamente, in molti (me incluso) hanno concordato sulla grande importanza della multi-disciplinarietà e sulla necessità che la nostra popolazione di giovani sportivi, sperimentasse un’ ampia gamma di movimenti su più piani possibili.

Continua a leggere

I dolori della giovane mamma

Diario di una mamma che racconta attraverso i propri dolori, il primo anno di vita di suo figlio.

L’esperienza della genitorialità è uno dei passaggi della vita che lasciano un segno indelebile nel vissuto di ognuno di noi.

Ma è evidente, che la maternità è un percorso che non da respiro, nel bene e nel male.

Il padre può aiutare, condividere e supportare ma, è la madre che vive il figlio.

Lo sente dentro di se e lo accompagna nei primi mesi, in ogni suo momento ed in ogni suo passo.

E lo fa, a caro prezzo.

Continua a leggere

Come evitare un infortunio, o almeno, come tentare di prevenire che si verifichi.

Stuart Mc Gill, professore emerito dell’Università di Waterloo in Canada, ed uno dei maggiori esperti sulla gestione del mal di schiena, ha coniato una frase piuttosto forte:

La maggior parte degli infortuni degli atleti, è colpa degli allenatori”.

Sono certo che molti coach sobbalzerebbero sulla poltrona sentendosi dire una frase come questa e devo ammettere, essendo io stesso allenatore, che la sensazione di disagio è palpabile.

Continua a leggere

Stretching e performance

La performance di un atleta è nell’immaginario collettivo, correlata a quegli allenamenti che incrementano la forza muscolare, la potenza aerobica o la velocità, in base a qual è la disciplina praticata.

Raramente lo stretching è visto come mezzo di allenamento correlato ad una prestazione.

Questo perché c’è una importantissima questione che troppo spesso è però trascurata ovvero, l’importanza del rapporto lunghezza muscolare-tensione del muscolo.

Continua a leggere

L’instabilità articolare

“…il dottore mi ha detto che la mia spalla ha una instabilità anteriore, ma ad essere sincero, non ho ben capito cosa significa…”

Per noi professionisti sanitari non è infrequente sentire un paziente esprimersi in questi termini ed a essere onesti, come dargli torto.

Il “medichese” e il “fisioterapistese” sono già di per sè lingue poco diffuse in più, se nel modo di comunicare con il paziente non siamo in grado di dare elementi precisi, la comprensione da parte di chi ci ascolta non può essere data per scontata.

Continua a leggere
>