La gestione della seconda fase nella Capsulite Adesiva

Continuiamo con questo post, la descrizione delle modalità che utilizziamo nella gestione della capsulite adesiva.

Riassumendo a grandi linee il decorso clinico avremo:
  • prima fase: il paziente o molto più spesso la paziente, riferisce la comparsa di un dolore diffuso, sordo e difficilmente localizzabile, non associabile a causa specifica.

Il dolore è presente in particolare nelle ore notturne e la mobilità inizia a ridursi in tutte le direzioni

  • seconda fase: vi è una riduzione del dolore che però è proporzionale alla perdita di mobilità.

Continua a leggere

Quando il fisioterapista non è la persona adatta

Non solo di fisioterapia vive l’uomo!

Nell’indole di chi svolge una professione sanitaria, è insito il desiderio di essere d’aiuto alle persone che sono in uno stato di sofferenza fisica o psicologica.

Per poter essere all’altezza di ciò che desideriamo tuttavia, il nostro obiettivo principale deve essere quello di formarci in modo adeguato a raggiungere un risultato soddisfacente per il paziente.

Tutto quello che mettiamo in atto nel nostro quotidiano lavorativo, ha questo scopo.

Continua a leggere

Capsulite Adesiva

Dottore aiuto, non muovo più il braccio.

Questa è spesso la frase di esordio di un paziente che presenta i sintomi di una Capsulite Adesiva.

La Capsulite Adesiva, è una problematica che coinvolge la capsula articolare della spalla, portando a progressiva rigidità e dolore.

La sua gestione non è per nulla semplice e la prima cosa importante da fare, è fornire al paziente le seguenti informazioni circa:

  • la natura del problema e come si presenta
  • come tende ad evolvere una capsulite adesiva
  • come va affrontata.

Continua a leggere

Dolore causato da un’ernia del disco: come riconoscerlo

In questo post vediamo in dettaglio come si presenta il dolore causato da un’ ernia del disco, quali sono le cause per cui un ernia si forma, quali sono i sintomi e soprattutto come riconoscere se il nostro mal di schiena può essere causato da un’ernia o meno.

Abbiamo parlato nel precedente articolo sul mal di schiena, di come esso si presenti in molti modi diversi.

E proprio a causa di questa estrema variabilità, non sempre le analisi strumentali aiutano fino in fondo anzi, spesso risultano essere fuorvianti.

Continua a leggere

Mal di schiena: tutto quello che c’è da sapere

Come fisioterapista specializzato in terapia manuale posso affermare con assoluta sicurezza, che la maggior parte dei trattamenti che eseguo riguardano il mal di schiena.

E sono certo di andare piuttosto vicino alla realtà, se dico che questo avviene soprattutto per i fisioterapisti che lavorano in libera professione a meno che, non siano legati ad ambiti professionali molto specifici (ad esempio fisioterapisti sportivi).

Nella mia pratica quotidiana, i trattamenti rivolti a problematiche del rachide (cervicale, dorsale o lombare) rispetto ai trattamenti totali, sono circa il 50-55%.

Questo è quello che noi verifichiamo in studio, ormai da anni.

Continua a leggere

>